Home » Attualità » Bilancio di metà mandato – Più di 100 proposte e contributi per l’attività amministrativa

di Michele Faggion – Articolo pubblicato su L’Altra Nove (Marzo 2012)

Durante questi ormai tre anni di attività amministrativa, il Gruppo di Minoranza di Uniti per Nove ha costantemente svolto un ruolo propositivo e attivo nei confronti della Maggioranza, presentando più di cento documenti fra interrogazioni scritte, a risposta orale e mozioni. La maggior parte di queste ha avuto come oggetto proposte per i cittadini riguardanti ogni area di interesse per il Comune: di seguito, riportiamo le principali.

Partendo dalle opere pubbliche, la nostra principale proposta (si veda articolo in prima pagina) ha riguardato il progetto di costruzione di una scuola materna bio-sostenibile di nuova realizzazione di fianco al centro diurno (26 maggio 2011). Ad oggi, purtroppo, non sono ancora chiare le intenzioni della maggioranza sull’edificio che dovrà ospitare la futura scuola materna. Per tale ragione, oggi proponiamo all’Amministrazione anche un piano di finanziamento per non perdere ulteriore tempo e dare inizio all’iter per la realizzazione dell’opera.

Abbiamo proposto di procedere con bando di gara per il secondo stralcio di Palazzo Baccin (6 ottobre 2009), indicandovi anche in tal caso tutte le voci di bilancio a copertura. Si sarebbe evitato il Patto di stabilità. Conseguenza: è ancora tutto fermo!

Fra le altre, abbiamo proposto un utilizzo, a parco giochi, dell’area adiacente l’Istituto d’Arte per il quartiere Brenta: nessun riscontro!

Ancora, su sollecitazione della cittadinanza, abbiamo chiesto che venisse realizzato un nuovo lotto di tombe famiglia (6 ottobre 2009), indicandone la relativa copertura di spesa: nulla di fatto anche i tal caso!

 

Sul fronte del risparmio energetico e dell’ambiente, le proposte sono state diverse. Le più importati: l’installazione di un sistema di telecontrollo sulla pubblica illuminazione che avrebbe portato a risparmi fino al 40% (proposta non accolta), oppure (alla luce dei tre tentativi della Giunta andati deserti ), la realizzazione di otto tetti fotovoltaici su edifici pubblici attraverso il “Leasing in costruendo” (7 Ottobre 2011). Anche qui nessun cenno di risposta, come del resto per al proposta di installazione della copertura con fotovoltaico del parcheggio dello stadio (10 novembre 2009).

Per l’edilizia privata, avevamo pensato all’istituzione di un premio per la miglior costruzione in bio-edilizia (7 ottobre 2011). Proposta rimasta senza risposta.

Infine, sul fronte del sociale e dell’equità, abbiamo invitato l’Amministrazione ad aumentare di 15.000 euro il contributo annuo per l’Istituto comprensivo di Nove attraverso la riduzione delle indennità dei carica degli assessori: proposta bocciata! Poi abbiamo proposto la stipula di un accordo con l’Agenzia delle Entrate per contrastare l’evasione fiscale sul nostro territorio, anche questa bocciata!

Per rilanciare l’asilo nido, abbiamo chiesto alla Giunta che venisse istituito un gruppo di lavoro (26 febbraio 2010), ma niente da fare… Vale la pena ricordare poi la nostra proposta di regolamento tramite cui l’amministrazione eroga voucher (buoni lavoro) per le persone in difficoltà economica, soprattuto disoccupati, e rendere più trasparente e pubblico il processo di scelta di quest’ultimi: ma, anche qui, non si è visto nulla.

Come avrete ormai compreso, il nostro gruppo si è impegnato su più fronti per dare il suo contributo positivo all’amministrazione del nostro territorio, ma purtroppo la maggioranza Bozzetto-Lega si è sempre ostinata a procedere senza ascoltare i nostri suggerimenti o, più semplicemente, discuterne insieme! Peccato, sono state tutte occasioni perse, non tanto per noi, ma per il bene comune di Nove!

Pubblicato su L’Altra Nove – Marzo 2012